Home » Cos’è un blog e perché è così importante per il tuo personal branding o per la tua azienda?

Cos’è un blog e perché è così importante per il tuo personal branding o per la tua azienda?

Se sei atterrato su questo articolo è perché ti interessa davvero sapere che cos’è un blog, soprattutto vuoi capire in che modo può esserti utile portare avanti un progetto di questo tipo.

Prima ancora di capire il vero obiettivo che vuoi raggiungere, però, è necessario che tu comprenda le basi di uno strumento di questo tipo, soprattutto se il tuo intento è quello di monetizzare e costruirne la tua professione.

Cos'è un blog

Che cos’è un blog? Di sicuro non è solo un diario online

Se credi che il blog sia ancora un diario online, non sai che questa era la sua definizione negli anni ‘90, in realtà con il tempo e con l’incremento della digitalizzazione questo è diventato un potente strumento di comunicazione online.

Infatti, l’utilizzo dei contenuti scritti è utile per fare conoscere meglio ciò che si sta offrendo.

Se hai intenzione di descrivere i tuoi servizi, la scelta migliore è proprio quella di creare testi utili al tuo utente finale, per poi convertirlo in un reale cliente.

In che modo?

Banalmente, quante ricerche fai al giorno su Google per trovare la risposta ai tuoi quesiti?

Ecco, immagina che sia il tuo blog a dare una risposta utile agli utenti, che in un determinato momento stanno ponendo un “quesito” nel motore di ricerca Google (che è il più diffuso nei paesi occidentali).

Cosa scrivere in un blog?

Raccontare la tua esperienza (e diventare un blogger), dare suggerimenti per risolvere specifiche problematiche, oppure, semplicemente descrivere il tuo lavoro (blog aziendale), sono solo alcune delle strade che puoi scegliere di intraprendere.

Più sarà la quantità di contenuti da te prodotti e maggiore sarà la possibilità di apparire tra le ricerche di Google, ma la strategia SEO è un’altra storia (l’approfondiremo in un altro articolo).

Torniamo a parlare dei blog e delle potenzialità di questo strumento.

Come creare un blog con un CMS?

Il primo passo da fare è scegliere un CMS (content management system), la piattaforma che ti consente di gestire i contenuti da pubblicare utilizzando un’interfaccia grafica, senza che tu abbia necessità di conoscere la programmazione.

Vediamo quali sono i CMS più utilizzati per la gestione di un blog. Il CMS open source più usato in assoluto è WordPress.

Ecco la lista dei dei CMS più utilizzati (analisi W3Techs: Fonte dei dati: https://w3techs.com/technologies/overview/content_management/all):

  • WordPress: 61.6%;
  • Joomla!: 4.8%;
  • Wix: 2.2%;
  • Blogger: 1.4%;
  • Weebly: 0,7 %.

Tutte piattaforme che garantiscono tra i loro servizi l’amministrazione degli utenti; la semplice fruibilità e usabilità per la pubblicazione online dei contenuti; una buona ottimizzazione SEO (per i motori di ricerca); il responsive design (per la fruibilità degli utenti finali); l’assistenza per la risoluzione di problemi strutturali.

Elementi strutturali e plugin di un CMS?

Una volta scelto il CMS che preferisci, puoi “impaginare” l’interfaccia, in modo che sia più congrua alla lettura, che sia più convincente e che possa intrattenere al meglio il tuo utente finale.

Dunque, il primo passo da fare è quello di scegliere il tema, o template, che meglio risponde alle tue esigenze comunicative. Un consiglio utile è quello di scegliere un tema (interfaccia grafica) leggibile, semplice e immediato, insomma, senza troppi fronzoli, che distrarrebbero il tuo utente dalla lettura.

Una volta decisa l’interfaccia grafica, non resta che abbinare il tuo logo e rendere il progetto unico nel suo genere.

Un progetto unico viene ricordato meglio, per questo è importante che i contenuti da te realizzati siano interessanti.

In sostanza, che cos’è un blog se non un vero e proprio mezzo di comunicazione?

La comunicazione si basa prima di tutto su un rapporto di fiducia, dove l’utente finale tende a percepire ciò che tu trasmetti come importante e interessante.

Dunque, quali sono gli elementi strutturali che ti permettono di comunicare il tuo pensiero attraverso un blog?

  • Post (o articoli)
  • Pagine
  • Categorie

Come organizzare i post, le pagine e le categorie di un blog?

Immagina questi elementi sempre interconnessi tra loro, perché per coerenza devono rispettare il tema principale del tuo blog, come in un libro i capitoli rispettano il tema del titolo in copertina.

I post di un blog non sono altro che degli articoli esplicativi di un concetto, che viene approfondito e analizzato in uno specifico contesto, si potrebbe dire che questo elemento rappresenta la parte più profonda dell’argomento.

Le pagine esprimono, generalmente, dei concetti più generali, in grandi linee presentano un progetto oppure sono utili per indurre all’approfondimento o alla richiesta di informazioni.

Molte volte utilizzate per strutturare un funnel comunicativo al fine di sviluppare l’advertising online (ma anche questa è un’altra storia e l’approfondiremo in un altro articolo).

Le categorie sono semplicemente dei contenitori, all’interno dei quali si trovano i vari post (o approfondimenti). Alle categorie possono essere abbinate delle sotto-categorie, o sotto-sotto-categorie, che entrano sempre più nel fulcro della questione.

Dunque, sta a te immaginare una buona struttura “comunicativa” dei concetti che vuoi trasmettere agli utenti finali.

Cosa sono i plugin?

Un altro elemento interessante dei CMS è il plugin. Si tratta di “componenti aggiuntivi”, che permettono di compiere delle azioni speciali. Questo non è più l’ambito dei contenuti ma è un aspetto più tecnico della piattaforma.

Per esempio, vuoi ottimizzare meglio i tuoi contenuti per la SEO? Il plugin più utilizzato è Yoast SEO, oppure, vuoi che il tuo blog / sito sia protetto dai malware? Il plugin più utilizzato è WordFence Security.

Vuoi inserire un contact form? CF7 è uno dei plugin più utilizzati. Attenzione! Non dimenticare la normativa sulla Privacy, in questo caso il plugin di Iubenda potrebbe tornarti molto utile.

Conclusione

Definire che cos’è un blog non è affatto semplice, perché si tratta di uno strumento che oggi può offrire davvero tanto.

Ciò che conta davvero, però, è il motivo per cui scegli di costruire un progetto comunicativo di questo tipo.

Nel tempo il blog si è trasformato e da semplice diario online, oggi è diventato un vero e proprio mezzo di comunicazione, delle proprie esperienze, della propria professione e del brand che si vuole divulgare, non a caso sempre più aziende stanno sviluppando dei blog aziendali e tu a che punto sei con il personal branding?

Celeste Priore

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ASPETTA!
SCARICA GRATIS IL NUOVO EBOOK INTITOLATO:

Guadagnare con un Blog

Vuoi davvero trasformare il tuo blog in uno strumento di vendita? Decine di pagine di puro contenuto ti aspettano!​